Nuovi itinerari turistici in Russia: Caucaso, Cecenia, Inguscezia e Daghestan

0

RussiaIn questi giorni, tutti i riflettori sono puntati sulla Russia, protagonista indiscussa di tutte le testate giornalistiche, non solo per essere stata padrona di casa degli ultimi Mondiali di calcio, ma anche per i grandi successi organizzativi che ha dimostrato durante l’evento. Il successo riscosso è andato oltre ogni previsione, garantendo ai visitatori un’organizzazione di sicurezza eccellente e un servizio di trasporto gratuito per i tifosi su tutti i mezzi pubblici. La Federazione Russa con il suo sterminato patrimonio artistico e culturale, grazie alla cassa di risonanza mediatica della Coppa del Mondo e le ottime infrastrutture aeroportuali che la collegano in maniera comoda ed efficiente all’Europa e in particolare all’Italia, si presenta ora come destinazione turistica sul mercato globale con un’offerta articolata in grado di incuriosire ogni tipo di viaggiatore.

InghusetiaTra gli itinerari più insoliti, alcuni dei più affascinanti riguardano il Caucaso settentrionale; Inguscezia, Cecenia e Daghestan sono solo alcune delle zone europee ancora poco conosciute e non interessate dal turismo di massa, ma intessute di storie, miti, tradizioni e paesaggi unici. Un territorio abitato da popolazioni diverse per origini e religioni, che lambisce le coste del Mar Nero e del Mar Caspio, arrivando a toccare i confini con il Medio Oriente. Il monte Elbrus – il più alto d’Europa con i suoi 5642 metri d’altezza – le leggendarie “Porte di Alessandro Magno”, la “Città dei Morti”, le tradizionali Torri disseminate tra le immacolate montagne faranno provare sensazioni uniche ai viaggiatori. Inoltre, in quei luoghi si può contare sulla presenza dell’antica frontiera degli Zar, di dune di sabbia, gole, canyon, fiumi e panorami mozzafiato. Particolarmente suggestivi sono i villaggi in cui l’ospite viene ancora ritenuto sacro, la natura è intatta ed il tempo sembra quasi essersi fermato.

Monastero Novy Afon - RussiaLe nuove rotte turistiche sono le prime proposte, alcune in esclusiva assoluta, elaborate dal Tour Operator di Bologna Eurasian Travel dall’Italia verso l’area caucasica e dintorni. Proposte originali, studiate nei dettagli, per garantire un viaggio emozionante in tutta sicurezza in zone altrimenti difficili da raggiungere e da scoprire senza una guida esperta. Gli itinerari proposti sono soltanto l’inizio di una selezione delle decine di possibili destinazioni nell’intero puzzle del Caucaso. Basti pensare a quelli relativi al cosiddetto Caucaso meridionale (Georgia, Armenia, Azerbaijan), più note a livello turistico, ma che offrono diverse zone inesplorate non ancora “scoperte” dai tour classici. La differenza risiede nella conoscenza approfondita e nella presenza costante di Eurasian Travel nell’area geografica in questione, oltre alla consapevolezza che il viaggio nel Caucaso costituisce un’esperienza unica e indimenticabile.

Cecenia

Con una competenza pluriennale in oltre cinquanta Stati europei, caucasici, dell’Asia Centrale e del Medio Oriente, le guide esperte di Eurasian Travel sono riuscite a instaurare profonde relazioni con gli operatori locali, esperienza che ha consentito loro di essere i primi in Italia a organizzare itinerari simili. Naturalmente tra le loro proposte di viaggio non mancano le “classiche”: Mosca, l’Anello d’Oro e San Pietroburgo, dove si possono trascorrere weekend tra arte, cultura e divertimento e immergersi nella Storia della Russia, dagli Zar fino al periodo sovietico.

KezenoyamEurasian Travel è in grado di gestire in completa autonomia oltre la biglietteria aerea anche le pratiche dei visti, necessari per poter viaggiare in tutti i Paesi ove sia necessario. In particolare si occupa di presentare, presso gli uffici visti delle Ambasciate e dei Consolati abilitati in Italia, tutti i documenti richiesti congiuntamente al passaporto.

Info : https://eurasian.travel/

Autore

Avatar