2021 Anno Europeo delle Ferrovie: il treno mezzo di trasporto più green con autobus e autonoleggio

0

Il 2021 sarà l’anno dei treni e delle ferrovie: questo mezzo di trasporto festeggerà diversi compleanni, come i quarant’anni del TGV e il 175° anniversario del primo viaggio su rotaia tra due capitali europee, oltre ad essere il protagonista di festival ed eventi dedicati indetti dall’Unione Europea.

In questi anni di lotta contro il cambiamento climatico il treno è infatti sotto i riflettori come mezzo meno inquinante, i cui vantaggi posso aiutare a combattere l’innalzamento delle temperature.

Il treno: protagonista del 2021

Fonte: Pixabay

L’Anno Europeo delle Ferrovie sarà principalmente caratterizzato da eventi e incontri dedicati al treno, mezzo scelto da una UE sempre più attenta alla lotta contro l’inquinamento in quanto l’unico le cui emissioni sono in costante diminuzione dal 1990 e che raggiungerà la neutralità di emissioni nel 2050.
Se parte del programma dell’Anno Europeo delle Ferrovie è ancora in fase di progettazione, la proposta dell’Unione Europea è stata accolta con entusiasmo da molti Stati, compresa l’Italia, tanto che Gianfranco Battisti, AD del Gruppo FS Italiane, ha promesso che “nelle principali stazioni italiane saranno previste importanti manifestazioni per testimoniare il legame fra la storia e il futuro delle ferrovie”. Il carattere internazionale di questo anno dedicato alle ferrovie e al treno come mezzo di trasporto, fondamentale sia per il turismo che per l’economia, appare chiaro fin da subito guardando il primo ente che ha deciso di aderire a questi festeggiamenti: il festival internazionale Europalia, dedicato all’arte e allo spettacolo, che avrà infatti la ferrovia come tema e argomento principale della manifestazione.

Tutto ciò è da considerarsi un evento più unico che raro, in quanto il tema principale del festival, che ha da poco compiuto cinquant’anni, è solitamente una nazione, con la Romania come ospite dell’ultima edizione. Come spiegato sul sito di Europalia, il tema scelto per il 2021 è contemporaneo ed è strettamente legato alla filosofia del festival stesso, che unisce storia e modernità e promuove la comunicazione tra culture e Paesi lontani.

Il treno contro i cambiamenti climatici

La stazione di Milano Centrale con il Thello che sta partendo per Marsiglia, foto di Giuseppe Senese

Il focus dell’Anno Europeo delle Ferrovie indetto dall’UE per il 2021 è proprio quello di promuovere il treno come mezzo di trasporto più green, evidenziandone i bassi consumi ed emissioni in confronto ad altri mezzi di trasporto. Con soli 41 grammi di emissioni per passeggero, che si abbassano a sei grammi per i treni veloci, il treno è infatti il capolista dei mezzi più sostenibili. Al secondo posto spunta l’autobus, ma la quantità di emissioni di questo mezzo dipende fortemente dalla lunghezza viaggio e dal numero di numero passeggeri.

Discorso simile vale per l’auto, che emette quasi la metà del CO2 del treno e sempre nuove modalità di utilizzo aiutano a ridurne le emissioni: con il car sharing, ad esempio, più persone utilizzano un mezzo solo, oppure optando per auto ibride o elettriche. Dal questo primo trend sono nati servizi di sharing come BlaBlaCar o la possibilità di noleggiare online auto o furgoncini solo quando se ne ha bisogno su piattaforme come Offertenoleggioauto e TiNoleggio, scegliendo un mezzo che possa contenere tutti i passeggeri e optando per veicoli meno inquinanti e più moderni.
Cartellino rosso invece per le navi, la cui presenza è infatti la causa dell’inquinamento marittimo di molte città, e per gli aerei, che vincono il primato di mezzo più inquinante. Un breve viaggio in aereo emette infatti circa 70 kg grammi di CO2 con una media di 254 grammi per passeggero.

 

Foto di copertina: Copyright Romain Viellard

 

Autore

Avatar