Per rilanciare il turismo il Bonus vacanze: di cosa si tratta e come si utilizzerà il contributo

0

Tra le misure del “pacchetto turismo” è stato inserito anche il Bonus Vacanze: un contributo, sotto forma di credito d’imposta, fino a 500 euro, per le spese sostenute per soggiorni in ambito nazionale per una estate che quest’anno dovrà essere tutta italiana

Il Governo ha varato un maxi provvedimento che cerca di risollevare l’economia segnata dalla grave crisi dovuta all’epidemia da coronavirus per il settore turistico. Il ‘decreto Rilancio’ stanzia 25,6 miliardi di euro per finanziare la cassa integrazione e i bonus per i lavoratori autonomi. Il Ministro per i Beni e le Attività Culturali e per il Turismo, Dario Franceschini ha spiegato questi punti salienti del maxi decreto e del ‘Bonus vacanze’ valido per i turisti che viaggeranno in Italia.

“La cultura e il turismo sono davvero la forza del nostro Paese. Il motivo per cui l’Italia è conosciuta come eccellenza in tutto il mondo. Anche per questo abbiamo previsto un intervento importante di circa 5 miliardi di euro che vanno a sostenere le imprese del turismo, i teatri, i cinema e la possibilità per gli italiani di andare in vacanza. Quest’anno sarà più difficile andare in giro per il mondo e quindi bisognerà scoprire ciò che abbiamo vicino casa: Il turismo di prossimità. L’infinita bellezza dell’Italia che non è soltanto i grandi luoghi conosciuti nel mondo ma è la bellezza dei borghi, delle città d’arte, dei cammini, della natura e del mare. Un’occasione che verrà sostenuta aiutando le famiglie con il bonus vacanze che ci porterà a conoscere ancora di più il nostro Paese.”

Sostegno al turismo

È previsto il varo della Tax credit vacanze, detto ‘bonus turismo’: per il 2020 è riconosciuto un credito alle famiglie con un Isee non superiore a 40.000 euro. Si tratta di una sorta di bonus da spendere in imprese turistico ricettive, dagli agriturismi e dai bed&breakfast. Il credito è utilizzabile da un solo componente per ciascun nucleo familiare, è pari a 500 euro per ogni nucleo familiare con figlio a carico, a 300 euro per i nuclei familiari composti da due persone e a 150 euro per quelli composti da una sola persona. Il contributo potrà essere utilizzato dal 1 luglio al 31 dicembre 2020: nell’80% come sconto sul corrispettivo dovuto alla struttura; nel restante 20% come detrazione dall’imposta sul reddito. Le strutture ricettive potranno cedere il credito ai propri fornitori, a privati, agli istituti di credito o intermediari finanziari.

Fondo turismo: per sostenere il settore turistico con operazioni di mercato, è istituito un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro il 2020, finalizzato alla sottoscrizione di quote o azioni di organismi di investimento collettivo del risparmio e fondi di investimento, gestiti da società di gestione del risparmio, in funzione di acquisto, ristrutturazione e valorizzazione di immobili destinati ad attività turistico-ricettive;

Promozione turistica in Italia: per favorire la ripresa dei flussi turistici in ambito nazionale, è istituito il “Fondo per la promozione del turismo in Italia”, con una dotazione di 30 milioni di euro per l’anno 2020.

Ulteriori misure di sostegno per il settore turistico: è istituito un fondo con una dotazione di 50 milioni di euro per il 2020 per la concessione di contributi in favore delle imprese turistico ricettive, delle aziende termali e degli stabilimenti balneari, come concorso nelle spese di sanificazione e di adeguamento conseguente alle misure di contenimento contro la diffusione del COVID-19

Misure per l’istruzione e la cultura

Fondo emergenze imprese e istituzioni culturali: è istituito un Fondo con una dotazione di 225 milioni di euro, destinato al sostegno delle librerie, dell’intera filiera dell’editoria, nonché dei musei e degli altri istituti e luoghi della cultura. Per assicurare il funzionamento dei musei e dei luoghi della cultura, tenuto conto delle mancate entrate causate dall’emergenza, è autorizzata la spesa di 100 milioni di euro per il 2020.

Esteso l’uso dei voucher da 12 a 18 mesi

Viene esteso da 12 a 18 mesi il termine per usufruire dei voucher ricevuti a compensazione di spettacoli cancellati e di chiusure di spazi espositivi.

Parma Capitale della Cultura anche nel 2021

Parma sarà Capitale Italiana della Cultura anche nel 2021. La procedura di selezione in corso assegnerà il titolo per il 2022.

TUTTE LE MISURE A SOSTEGNO DEL TURISMO: pdf da scaricare

Qui il web trovi il pdf da scaricare con il decreto Rilancio analizzato dal CdM, accompagnato dal testo che descrive alcune delle misure più attese dedicate a famiglie, lavoratori e imprese e la spiegazione delle novità introdotte. Potrà subire modifiche dopo la presentazione in Parlamento.

 

 

Autore

Avatar