Matera è Capitale europea della cultura 2019. Ecco alcuni itinerari per scoprire la città ed i suoi eventi

0

In uno scenario assolutamente unico, tra Sassi (Patrimonio UNESCO), sfarzosi palazzi barocchi, stupende chiese rupestri, paesaggi biblici della Murgia e borghi ricchi di storia, il 19 gennaio si è avuta la cerimonia ufficiale di inaugurazione di MATERA2019, capitale europea della cultura 2019 insieme a Plovdid (Bulgaria). “Questo è un giorno importante per Matera, per l’Italia. Per l’Europa, che dimostra di saper riconoscere e valorizzare le sue culture”. Con queste parole il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha inaugurato l’anno di Matera da Capitale europea della Cultura 2019.

Saranno numerosi gli eventi in programma nel corso dell’anno (disponibili sul sito ufficiale https://www.matera-basilicata2019.it/it/) che spaziano tra FUTURO REMOTO (riflessioni sul rapporto tra l’uomo, la natura, lo spirito, lo spazio e le stelle), CONTINUITÀ E ROTTURE (una “terapia collettiva” sull’elaborazione del passato della città per vivere una nuova identità fisica), RIFLESSIONI E CONNESSIONI (sul valore del tempo), le UTOPIE E DISTOPIE (giochi e sport urbani per immaginare realtà alternative) e RADICI E PERCORSI (un’esplorazione della cultura della mobilità). Vi segnaliamo questi eventi:

  • Utopie e Distopie: “Mater(i)a P(i)etra” dal 20 gennaio al 17 marzo in Sala Levi, a Palazzo Lanfranchi, piazzetta Pascoli, Matera: come due sacre divinità̀ femminili, Petra e Matera condividono la stessa anima e affondano entrambe le proprie radici nella pietra e nella materia. Il progetto fotografico di Carlos Solito racconta le due città, già gemellate Unesco, con 40 coppie di fotografie tra Basilicata e Giordania ed uno spot promozionale che ne immortalano l’essenza, attraversando luoghi, atmosfere e abitanti. Un itinerario che, dalla città dei Sassi all’antica città dei Nabatei, incrocia spazi di geografia, urbe e uomo.
  • Continuità e Rotture: “Lezioni di storia. Oltre i confini”, sabato 9 febbraio a casa Cava, via S.Pieto Barisano 47, Matera. Incontro con Alessandro Barbero di approfondimento della dimensione europea attraverso una riflessione sulla spinta degli uomini ad attraversare i confini, per curiosità e disperazione, per fame e conquista, sempre trasformando gli altri e se stessi.
  • Riflessioni e Connessioni: “Purgatorio”, chiamata pubblica per la Divina Commedia di Dante dal 22 al 27 maggio 2019 nella Chiesa del Purgatorio, via Domenico Ridola, Matera. Seconda anta de “La Divina Commedia 2017-21” di M. Martinelli ed E. Montanari, che hanno ripensato il capolavoro di D. Alighieri in termini di sacra rappresentazione medievale e di teatro di massa di Majakovskij: la città si mette in scena con i suoi spazi deputati e la sua partecipazione corale di popolo. Dopo l’Inferno del 2017 a Ravenna, e a seguito dell’invito pubblico rivolto ai cittadini del Sud e di tutta Italia, il Purgatorio si farà cammino e luogo di viaggio nella città di Matera.

Per godere degli eventi di MATERA2019, ecco alcune proposte di Evolution Travel:

Matera: un inno alla bellezza con architetture inaspettate. Cinque giorni per visitare i Sassi con la casa Grotta, il Sasso Caveoso e Barisano (con al termine una degustazione di prodotti tipici locali), fare un trekking nell’Altopiano murgico materano (Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri) con proseguimento per Murgia Timone, l’area maggiormente panoramica con la visita ai complessi rupestri. La Murgia materana è una zona che offre al visitatore diverse occasioni per entrare in contatto con l’ambiente, la natura e le origini della città di Matera, alla scoperta di flora e fauna locale, di chiese rupestri, del santuario scavato nella roccia della Madonna delle tre Porte (XIV sec.), del Santuario della Palomba e non solo. Un pranzo a base di prodotti tipici nella Masseria sulla Murgia. Visita della Riserva Naturale Orientata Oasi San Giuliano con l’Oasi WWF del Lago di San Giuliano che si trova in una Zona di Protezione Speciale in un Sito d’Importanza Comunitaria nei comuni di Grottole, Miglionico e Matera. Da visitare Miglionico (15 chilometri da Matera), cittadina dominata dall’imponente Castello del Malconsiglio, di origine normanna, con la sua caratteristica Sala Mediatica. Si prosegue con la Cattedrale, la Basilica Pontificia di Santa Maria Maggiore, dove è riposto il Crocifisso di Cristo che risale al 1629 e che colpì il regista Mel Gibson per girare il film “The Passion”. La cattedrale custodisce anche il prezioso Polittico di Cima da Conegliano, una splendida cripta normanna e grande organo barocco, composto di 321 canne, restaurato. L’ultimo giorno si raggiunge Piazza Vittorio Veneto per visitare la città sotterranea “Matera Sum” che si sviluppa lungo un percorso di circa 1200 mq, al di sotto della centralissima Piazza Vittorio Veneto, a non molta distanza dalla più nota e famosa cisterna detta del “Palombaro Lungo“. Si tratta di una costruzione sotterranea che, pur essendo realizzata dall’uomo, normalmente segue il percorso e le caratteristiche di cavità naturali. Si tratta perciò di un’opera che, nel tempo, è andata ad assumere grande valenza a carattere antropologico e storico, poiché racconta di fatto abitudini e rappresentazioni locali dei popoli che le hanno realizzate.

Terra magica da fotografare accompagnati da un docente: un viaggio fotografico inusuale girando a piedi, con scarpe comode per non farsi spaventare dagli scalini e dal reticolo di viuzze che contraddistinguono Matera. E’ bello perdersi nella ragnatela della città vecchia e ritrovare un punto di riferimento dopo pochi passi. E’ qui che il fotografo/docente comincia il workshop interattivo. Incontro in mattinata con il fotografo/docente per conoscersi e cominciare il workshop interattivo. Passeggiata fotografica nei più suggestivi angoli dei rioni Sassi di Matera (rione Caveoso) della durata di 4 ore con pomeriggio libero alla ricerca di scorci suggestivi per ritrovarsi a cena nel centro storico in un ristorante tipico. Incontro in mattinata con il fotografo/docente per la seconda giornata di workshop. Visita al Museo della fotografia di Matera. Riprese fotografiche in interni (chiese rupestri ed ambienti architettonici) della durata di 4 ore. Incontro in mattinata con il fotografo/docente per la terza giornata di workshop e passeggiata fotografica nei più suggestivi angoli dei rioni Sassi di Matera (rione Barisano) della durata di 4 ore. La quarta giornata di workshop si conclude con la verifica e l’analisi dei lavori realizzati.

MATERA in sella alla tua moto: con la guida si visitano i Sassi, a piedi: la casa Grotta, il Grottone Naturale, gli Ipogei di Piazza Vittorio Veneto, il Sasso Caveoso e Barisano, la Cripta del Peccato Originale, definita la Cappella Sistina della pittura parietale rupestre, con affreschi di matrice longobarda, databili al IX secolo e tra i più antichi presenti in Basilicata. Il pomeriggio è libero, una bella occasione per un giro tra le colline materane alla ricerca di profumi, sensazioni e brividi lucani. Matera ai motociclisti non ha da offrire solo il rione più particolare al mondo, basta allontanarsi dalla città e dirigersi percorrendo la strada provinciale 6 alla volta del “Bosco Difesa Grande”. Questo immenso bosco è una vera oasi di pace dove la natura ha fatto il suo intero percorso trasformandolo in una meraviglia. Tornando poi indietro in direzione Matera, seguendo la strada provinciale 209, si arriva al Lago di San Giuliano con l’oasi naturalistica del WWF Italia.  Il giorno successivo si parte per il cuore del Parco della Murgia Materana, con resti archeologici vecchi anche di molti millenni, come il villaggio neolitico di Murgia Timone o la suggestiva Gravina di Matera proprio di fronte ai Sass,i ricca di molte grotte pastorali. Lì con la guida turistica si parte per una passeggiata trekking nell’Altopiano murgico materano (Parco archeologico storico naturale delle chiese rupestri) con proseguimento per Murgia Timone, l’area maggiormente panoramica con la visita ai complessi rupestri: Chiese Rupestri di Santa Lucia alle Malve, di Santa Maria dell’Idris e dello straordinario complesso del Convicinio di Sant’Antonio.  Il quarto giorno è dedicato alla visita guidata dei siti nei dintorni di Matera. In sella alla vostra Moto, si raggiungere a 15 chilometri da Matera, Miglionico, cittadina dominata dall’imponente Castello del Malconsiglio, di origine normanna, con la sua caratteristica Sala Mediatica. Si prosegue con la Cattedrale, la Basilica Pontificia di Santa Maria Maggiore, dove è riposto il Crocifisso di Cristo che risale al 1629 e che colpì il regista Mel Gibson per girare il film “The Passion”. La cattedrale custodisce anche il prezioso Polittico di Cima da Conegliano, una splendida cripta normanna e grande organo barocco, composto di 321 canne, restaurato. Tali pacchetti mirati sono proposti da ‘Evolution Travel’.

Info: https://matera.evolutiontravel.it  www.evolutiontravel.it

Autore

Avatar