21 anni di boom del traffico passeggeri delle compagnie aeree azzerati nel 2020

0

La società americana Cirium che analizza i dati sull’aviazione globale ha pubblicato la sua Airline Insights Review 2020 che rivela l’impatto scioccante sull’aviazione delle restrizioni di viaggio in tutto il mondo per frenare il COVID-19

L’agenzia Cirium ha rivelato la situazione dell’andamento 2020 dell’aviazione e dei viaggi aerei. Il dossier include informazioni chiave sui dati dell’anno scorso e commenti di esperti del CEO di Cirium, Jeremy Bowen, Henry Harteveldt, Mario Hardy ed altri. (Grafico: Business Wire). La relazione mostra che la pandemia e le sue conseguenze hanno spazzato via 21 anni di crescita globale del traffico passeggeri nel corso di pochi mesi, riducendo il traffico quest’anno ai livelli visti l’ultima volta nel 1999. Rispetto allo scorso anno, si stima che il traffico passeggeri sia sceso del 67% nel 2020.

Al culmine dell’interruzione ad aprile, i voli passeggeri di linea sono scesi pesantemente a soli 13.600 in tutto il mondo il 25 aprile, rispetto al giorno più trafficato dell’anno il 3 gennaio di un anno fa, quando Cirium aveva monitorato oltre 95.000 voli passeggeri di linea a livello globale. Ciò segna una riduzione  dell’86% dei voli. Da gennaio a dicembre le compagnie aeree hanno operato il 49% in meno di voli nel 2020 rispetto al 2019, in calo rispetto ai 33,2 milioni di voli (2019) a soli 16,8 milioni (fino al 20 dicembre).

Nel 2020 i viaggi nazionali negli USA sono diminuiti del 40%, rispetto ai 21,5 milioni di voli del 2019, mentre i voli internazionali hanno subito un calo ancora più precipitoso in quanto inferiori del 68% agli 11,7 milioni di voli monitorati l’anno precedente. Jeremy Bowen, CEO di Cirium, ha dichiarato: “Questa grave battuta d’arresto mostra la vera portata della sfida affrontata dal settore dell’aviazione in difficoltà in quanto ha cercato di azzerarsi nella nuova era post COVID-19.

La maggior parte delle compagnie aeree internazionali era in gran parte puntuale nel 2020; è solo un peccato che il pubblico in viaggio, le compagnie aeree locali e quelle di tutto il mondo non ne hanno beneficiato. I fattori che di solito causano ritardi, come lo spazio aereo congestionato, le strade di rullaggio e i passeggeri in coincidenza tardiva semplicemente non vi sono mai stati nel 2020.”

La Cirium Airline Insights Review 2020 sostituisce l’annuale On-Time Performance Review che da oltre un decennio identifica le compagnie aeree e gli aeroporti più performanti al mondo per le operazioni di volo in tempo.

Da “Airline Insights”: I voli sono caduti drasticamente in picchiata 

I dati globali sul traffico passeggeri dell’anno appena concluso rivelano un crollo di oltre due terzi (67%) rispetto all’anno precedente, con l’area Asia-Pacifico che continua a gestire oltre un terzo del traffico passeggeri mondiale. La maggior parte dei voli passeggeri di linea volati quest’anno sono stati nazionali, per un totale di 13 milioni (77%) con soli 3,8 milioni (23%) volare a livello internazionale, a causa di frontiere chiuse e viaggi d’affari limitati.

L’analisi dei dati ha registrato Southwest Airlines che opera il maggior numero di voli intercontinentali (e in Nord America), con 854.800 voli in totale. Nel frattempo, China Southern Airlines (487.700 voli) ha superato i concorrenti in Asia-Pacifico, Ryanair in Europa (205.000 voli), Azul in America Latina (134.000 voli) e Qatar Airways (82.400 voli) in Medio Oriente e Africa.

Nei servizi a terra, Atlanta è stato l’aeroporto più trafficato del mondo, gestendo oltre 245.000 voli in arrivo durante il 2020, mentre la rotta aerea più trafficata del mondo, in entrambe le direzioni, era all’interno della Corea del Sud, tra Seoul e l’isola di Jeju con 70.700 voli operati. La pianificazione in prospettiva per le compagnie aeree si è notevolmente contratta da sei a 12 mesi per la pianificazione dei voli a soli sei-otto settimane, costringendo i vettori a essere più agili e ad adattarsi con maggiore velocità alle regole e alle restrizioni di viaggio in rapida evoluzione in tutto il mondo.

Flotte in deposito ma Airbus A320 vince

Poiché le compagnie aeree sono state costrette a ridurre drasticamente il numero di aeromobili ancora in servizio, coloro che ancora volano operano con un numero notevolmente inferiore di ore. Ad esempio, gli aeromobili di dimensioni ridotte operavano solo da sei a sette ore al giorno nel terzo trimestre del 2020 rispetto alle 9-10 ore al giorno nello stesso periodo dell’anno precedente. Mentre fino al 30% della flotta passeggeri globale rimane in deposito, ci sono segnali di ripresa all’orizzonte, con solo il 10% degli aeromobili Airbus A320 neo a corto raggio attualmente in deposito che mostrano aeromobili ridotti che si utilizzano il fase di ripresa e i viaggi nazionali e a corto raggio che ritornano per primi. Con i servizi nazionali e a corto raggio che si utilizzano la giornata, il tipo di aereo più utilizzato al mondo è stato l’Airbus A320 che ha tracciato 5,49 milioni di voli per tutto il 2020.

Sette tendenze  delineate da The Cirium Airline

“Le compagnie aeree metteranno diverso tempo prima di tornare ai livelli del 2019, soprattutto perché i viaggi internazionali sono significativamente in calo e mostrano solo lenti segnali di ripresa, principalmente cina e sud-est asiatico” – ha aggiunto Jeremy Bowen – Ma Cirium è fiducioso che l’aviazione investirà in questo anno difficile e terribile ed emergerà in condizioni migliori – con aeromobili più giovani e a basso consumo di carburante e flotte di buone dimensioni – per navigare gradualmente verso la ripresa negli anni a venire.”

Le sette tendenze chiave delineate da The Cirium Airline Insights Review 2020 per il prossimo anno 2021 includono:

  • Il consolidamento delle compagnie aeree, in particolare in Asia-Pacifico, dove più concorrenti nazionali si fonderanno o saranno acquisiti.
  • Aerei di nuova generazione come l’A320neo e il ritorno del 737 Max, forniranno costi operativi ridotti.
  • Gli aerei in eccedenza saranno ritirati e il Boeing 747 e l’Airbus A380 dovrebbero sostenere la crescente domanda nei mercati del tempo libero più densi.
  • Nel quarto trimestre abbiamo assistito a un crollo delle prenotazioni del 78% rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso – questo cambierà naturalmente il modo in cui il settore prevede la domanda, stiamo vedendo la ricerca on-line e il sentiment diventare gli indicatori primari per calcolare la domanda.
  • Le compagnie aeree dovranno implementare una programmazione più dinamica con l’accresciuta volatilità della pianificazione dei voli, poiché la finestra di prenotazione è scesa da sei a 12 mesi a sole sei-otto settimane.
  • L’implementazione della tecnologia di intelligenza artificiale accelererà per automatizzare l’esperienza del viaggiatore e le informazioni proattive in tempo reale diventeranno più critiche.
  • Il leasing di aeromobili spingerà oltre il 50 per cento diventando il modo principale in cui gli aeromobili sono finanziati.

Info: www.cirium.com

Qualche informazione su Cirium

Cirium raccoglie importanti dati e analisi per mantenere il mondo in movimento. Fornire informazioni, sulla base di decenni di esperienza nel settore, consentendo alle compagnie di viaggio, ai produttori di aeromobili, agli aeroporti, alle compagnie aeree e alle istituzioni finanziarie, tra gli altri, di prendere decisioni logiche e informate che modellano il futuro dei viaggi, aumentando i ricavi e migliorando l’esperienza dei clienti. Cirium fa parte di RELX, un fornitore globale di strumenti di analisi e decisioni basati sulle informazioni per clienti professionali e aziendali.

Autore

Avatar