Viaggio in America: itinerari per gli amanti delle grandi città e per gli appassionati di natura incontaminata

0

Gli Stati Uniti d’America sono una meta di viaggio particolarmente attraente, grazie alla vastità di opzioni “vacanziere” che offrono da tutti i punti di vista: sono in grado di accontentare sia chi cerca il relax che l’intrattenimento, gli amanti della natura (e del suo silenzio) tanto quanto quelli delle metropoli, i viaggiatori zaino in spalla e quelli da hotel di lusso e resort esclusivi.

Uno degli aspetti che sicuramente colpisce sempre chi sceglie un viaggio in America, qualsiasi sia lo scopo, è lo spazio: praterie sconfinate, città immense, strade larghissime: tutto sembra in scala aumentata rispetto agli scenari a cui siamo abituati nella “vecchia” Europa. Ecco perciò due itinerari a cui ispirarsi per il proprio viaggio in America: il primo è alla scoperta delle città più famose e affascinanti degli Stati Uniti sia dell’East sia della West Coast, mentre il secondo è adatto a chi cerca gli spettacoli magnificenti dei parchi incontaminati made in U.S.A.

 

Le grandi città americane: New York, Las Vegas,   San Francisco, Los Angeles

Partiamo da New York: per molti è il porto d’entrata all’America, una città grande e poliedrica, della quale è facile innamorarsi ma nella quale è altrettanto semplice sentirsi disorientati. Il primo approccio è quasi di stordimento, tra le sue strade regolari ma confusionarie a causa dei costanti stimoli visivi, uditivi, e persino gustativi, dura prova che la città mette davanti ai turisti e ai viaggiatori che la scelgono come meta.

 

 

Si trova sulla East Coast, quella che affaccia sull’Oceano Atlantico: come primo assaggio di “vita americana” è bene dedicarle almeno una decina di giorni per esplorarla tutta.

 

Chi invece preferisce i fasti della West Coast e l’America “da film anni ‘50” può volare da Roma direttamente a Los Angeles e dedicarsi alla visita di quest’ultima, tra spiagge ricche di movida, Hollywood e la sua passeggiata tra le stelle degli attori e attrici più importanti del cinema, e inserire nell’itinerario anche qualche giorno tra Las Vegas e San Francisco.

Chi visita queste città trova una realtà complessa e spettacolare, solo in parte vicina a quella delle pellicole che affollano cinema e piccoli schermi.

Las Vegas, ad esempio, sfavillante e luminosa patria di casinò e slot machine, ha dovuto fare i conti con l’innovazione tecnologica: se il fascino dei mega edifici e delle dettagliate ricostruzioni di Venezia e Parigi rimane, il gioco nei casinò digitali guadagna sempre più terreno rispetto a quello tradizionale, complici anche versioni moderne e in 3D di slot machine sempre al passo coi tempi, come ad esempio quelle dedicate a fenomeni di costume globali come film e serie TV internazionali.

Per riprendersi dallo sfarzo della città del gioco ci si può spostare in seguito a San Francisco, quarta città della California per numero di abitanti e senza dubbio prima per attrattività. Non è contraddistinta, infatti, solamente dal famoso Golden Gate Bridge, enorme e scenografico ponte tra la città e la contea di Marin, ma anche da un’architettura eclettica di edifici pubblici e privati, tra i quali spiccano i contrasti tra enormi grattacieli e interi quartieri di casette dai toni pastello, ambientazione perfetta per film come “La donna che visse due volte” (1958) di Alfred Hitchcock e “La ricerca della felicità” (2006) di Gabriele Muccino, disponibili per i nostalgici anche in buona parte delle librerie online.

Itinerario da sogno nei grandi parchi americani: Yosemite, Yellowstone e il Grand Canyon

La California può essere un punto di partenza anche per un tipo di viaggio completamente diverso: per gli amanti delle vacanze on the road, infatti, e degli immensi spazi all’aperto, il tour dei grandi parchi americani può partire proprio dal parco nazionale di Yosemite, un’immensa area protetta e patrimonio dell’UNESCO per via della straordinaria biodiversità che vi si può trovare. Paesaggi naturali, fiumi, cascate, rocce e cime avventurose sono solo alcune delle meraviglie che si possono incontrare nello Yosemite, senza dimenticare le maestose foreste di sequoie giganti, albero “made in U.S.A.” per eccellenza.

Non da meno è Yellowstone, altro parco nazionale patrimonio UNESCO e caratterizzato da un’intensa attività geodinamica tra geyser e sorgenti calde, senza dimenticare la presenza di fauna autoctona con alcune delle specie più caratteristiche dell’immaginario americano: bisonti, lupi grigi e orsi grizzly.

Per terminare il proprio viaggio alla scoperta della natura americana non può mancare la gola del Grand Canyon, in Arizona. Si tratta di una gola enorme, lunga centinaia di chilometri e creata dall’erosione del fiume Colorado, nonché di una delle formazioni geologiche più affascinanti al mondo, conosciutissima per le sue grotte e rocce rosse arse dal sole del deserto.

Un viaggio negli Stati Uniti merita tempo e pazienza, non solo per scoprire tutti gli aspetti di una nazione profondamente eterogenea e complessa, ma anche per abituare gli occhi alle meraviglie della natura, alle proporzioni gigantesche di parchi e città, al fascino di luci e natura presenti come in nessuna altra parte del mondo.

 

 

Autore

Avatar