Una storia antica di vini e olio pugliesi: Agrolio e Wine Canto, brand che puntano sulla sostenibilità

0

La storia secolare della famiglia Agresti di Andria si sviluppa attorno alle produzioni di Olio e Vino, binomio che conferma l’attaccamento di ben 3 generazioni alla propria terra, la Puglia. La passione, il coraggio, la fiducia nell’enorme potenziale qualitativo del tavoliere sono gli elementi che hanno spinto la famiglia verso la valorizzazione di questa regione; ed in particolar modo a quei prodotti locali capaci di risaltare l’eccellenza del Made in Italy.

La produzione di questa azienda si sviluppa grazie a due aziende: Agrolio e Wine Canto. A partire dai primi anni ’90 l’intera gestione aziendale viene affidata ai due giovani imprenditori Vincenzo e Savino Agresti, che puntando all’introduzione delle nuove tecnologie sono riusciti a trasportare il business familiare nel nuovo millennio.

La passione per il mondo vinicolo è dimostrata dalla storica produzione di questo produttore nel mercato del vino, in tutte le sue diverse tipologie: vini rossi, bianchi e rosati. La filosofia produttiva di Wine Canto è quella di produrre grandi vini da vitigni autoctoni pugliesi. L’obiettivo è di soddisfare al meglio le richieste dei clienti, sia italiani che stranieri, grazie alle conoscenze acquisite in tanti anni di attività e l’aiuto di validi collaboratori esperti. Il collegamento con il territorio, i vigneti di famiglia, la produzione biologica del vino, una storia fatta di gente tenace con la passione per il mondo vitivinicolo. L’attuale gestione aziendale, guardando all’esperienza dei propri avi, alla tradizione, all’intesa e allo spirito di coesione con la propria terra, è riuscita a sviluppare un format che valorizza l’eccellenza, imprimendo una svolta innovatrice al settore vitivinicolo. Ad oggi, l’azienda Wine Canto si caratterizza per l’attenzione alla sostenibilità ambientale, le politiche di marketing, che hanno introdotto anche l’utilizzo dei social, e il rapporto diretto con i consumatori.

La produzione e le linee di prodotto

A emergere in particolare dalla produzione aziendale è la nuova linea di etichette Radici Wine, nata dall’incontro tra il genio innovatore di Savino Agresti, l’attenzione familiare per il territorio e la produzione biologica del vino, nel rispetto dell’ambiente. Fiore all’occhiello della linea Radici Wine è il Nero di Troia DOC in purezza. La produzione aziendale presenta coltivazioni di vitigni autoctoni nella provincia di Foggia-Barletta-Andria-Trani, ad un’altitudine compresa tra i 250 ed i 400 metri sopra il livello del mare. Il clima è temperato ed è una zona particolarmente adatta alla coltivazione di vitigni ricchi di intensità olfattiva.

ll terreno, specialmente nella zona delle Murge nei pressi del Castel del Monte, declina un altopiano carsico caratterizzato da terreno prevalentemente argilloso e sabbioso sulla superficie e da un profondo strato calcareo in profondità, per queste caratteristiche uniche è una zona interamente vocata alla vite, dove il particolare microclima regala vini corposi ed importanti.

Prevalentemente si producono trovano vitigni locali Negroamaro, Primitivo, Fiano Pugliese, ma anche Chardonnay che nei nostri ambienti pedo-climatici riesce a offrire una complessità aromatica unica. Il notissimo Negroamaro proviene dall’area Salentina: è un vino dal colore rosso rubino intenso che si arricchisce di riflessi arancioni con l’invecchiamento. E’ il classico rosso ideale per accompagnare carni rosse, arrosti e selvaggina. Ottimo con formaggi a pasta dura e salumi. Per il Primitivo la zona di coltivazione è l’area centrale del tavoliere e del Tarantino. Ha bouquet intenso, pieno e fragrante con sentori speziati, per citare i vitigni autoctoni più noti.

Agrolio: olio Dop extra vergine di oliva secondo le tradizioni

L’attenzione e la valorizzazione del territorio abbracciate dalla famiglia Agresti sono caratteristiche che si riconoscono anche nel marchio Agrolio. L’ultima generazione alla guida dell’azienda ha spinto alla modernizzazione e all’innovazione, partendo dall’acquisizione di ulteriori terreni e con l’impiego della tecnologica, arrivando ad inaugurare una nuovissima sede con impianti tecnologici all’avanguardia. La filosofia aziendale, spiega Agresti, “è portare sulle tavole dei consumatori un olio extra vergine di oliva puro e genuino BIO, ottenuto esclusivamente da olive della cultivar Coratina”. 

Perchè la Coratina? “Agrolio vuole trasferire ai consumatori tutto il sapore di una Cultivar da sempre presente nel territorio di Andria, e famosa per le sue proprietà organolettiche e salutistiche” precisa Savino Agresti che recentemente ha ottenuto l’attestato ‘Tre Foglie’ da Gambero Rosso con “Opera Intenso Monocultivar Coratina Bio” ed ha ritirato il premio internazionale Biol Extra Gold Medal come migliore “organic extravirgin olive oil in the world” alla XXIV edizione tenutasi lo scorso giugno 2019 a Roma al Ministero delle politiche agricole. L’azienda fonda la sua esperienza nella salutare dieta mediterranea ed anche nella ricca tradizione gastronomica pugliese. Per queste ragioni il brand Radici di Puglia racconta, nelle forme e negli aromi, la passione per la qualità, il sapore per la natura e il benessere del saper mangiar bene.

I prodotti della famiglia Agresti sono distribuiti a livello nazionale ed internazionale con circa 500 mila bottiglie di vino e 900 mila di olio. L’export copre i seguenti paesi: Stati Uniti e Canada, Francia, Germania, Repubblica Ceca e Russia, Giappone e Cina. Dal 2016, attraverso i brand “Radici di Puglia” e “Cinque Quarte” il concept di ristorazione inaugurato in una location al centro di Andria – l’azienda ha valorizzato un paniere di prodotti tipici della terra dove vengono utilizzati l’olio extravergine, il vino insieme agli ortaggi e agli altri prodotti del territorio incluso l’artigianato d’eccellenza proposti con “confezioni da sogno”, orci e ampolle realizzate in ceramica dipinte a mano da artigiani locali.

Info: https://www.winecanto.it/ –  https://www.agrolio.com/ 

Autore

Avatar