News

Cresce il business dei transfer che collegano gli aeroporti italiani

xA meno di due anni dal lancio in Italia del nuovo servizio on line, GoOpti aumenta il business sul mercato italiano diventando la società leader per i transfer da e per gli aeroporti del Nord Italia. A differenza dei primi mesi dal lancio in Italia, nel dicembre 2015, quando il servizio era operativo in poche città del nord-est, oggi il network Italiano di GoOpti collega 15 città italiane con aeroporti internazionali e hub, espandendo sempre di più il suo business. "Siamo molto contenti di notare che la richiesta dei nostri servizi sta aumentando e che la gente sceglie sempre più spesso di viaggiare con GoOpti per raggiungere gli aeroporti comodamente senza stress e a prezzi convenienti. Oggi nel nostro network ci sono già 15 città Italiane: Trieste, Udine, Treviso, Venezia, Padova, Verona, Piacenza, Parma, Reggio Emilia, Bologna, Mantova, Brescia, Bergamo, Milano" commenta Tomaz Lorenzetti CEO GoOpti Italy e co-founder di GoOpti International.

Abbattimento dei costi con il concetto di sharing
In un’era in cui il concetto di sharing si diffonde sempre di più, GoOpti offre un servizio di transfer a prezzi sempre vantaggiosi e competitivi, che permettono a chi viaggia di abbattere i costi dello spostamento oltre a godere di una mobilità con elevati standard di sicurezza. Il successo di GoOpti deriva dalla propria piattaforma www.goopti.com, un’efficiente e innovativo marketplace in grado di soddisfare la domanda sempre più crescente di raggiungere i principali aeroporti o hub del nord Italia. Tutto questo è possibile grazie a uno specifico algoritmo, messo a punto dall’intelligence informatica interna, che, applicato al motore di ricerca della piattaforma consente di ottimizzare le richieste in base agli itinerari selezionati.


xNuove opportunità di business
L’innovativo marketplace di GoOpti offre un’ottima opportunità di business a livello locale. Con il modello di franchising GoOpti offre nuove possibilità a coloro che erogano il servizio di noleggio con conducente: in questo modo chi già effettua questo servizio ed è dotato di regolare licenza può intercettare clienti difficilmente raggiungibili. Oltre a ciò GoOpti stimola sinergie e partnership di carattere commerciale con tutte le compagnie più importanti della travel industry. "La semplicità di prenotazione, la qualità del servizio effettuato con piccoli van, la puntualità, l’affidabilità e l’efficienza nella gestione dei transfer sono le caratteristiche più apprezzate dai nostri partner" spiega Lorenzetti.

1 milione di passeggeri trasportati
Nel mese di novembre GoOpti ha in vista il raggiungimento di un traguardo davvero importante: 1 milione di passeggeri che a oggi hanno deciso di viaggiare con GoOpti. "Siamo molto entusiasti di questo successo’’ racconta Lorenzetti "il nostro obiettivo è quello di offrire ai nostri passeggieri un’eccellente esperienza di viaggio a prezzi vantaggiosi, ampliando la rete e la copertura territoriale, e di diventare un punto di riferimento per tutti coloro che amano viaggiare in modo sicuro e senza stress.’’

Su GoOpti
GoOpti propone trasferimenti che si adattano perfettamente a ogni esigenza. I servizi sono effettuati da autisti professionisti con regolare licenza NCC che indossano una divisa GoOpti e si dedicano al totale comfort del passeggero. I trasferimenti GoOpti vengono eseguiti anche se a viaggiare è una sola persona, a qualsiasi ora del giorno e della notte, avendo cura dei passeggeri e dei loro orari.
Con GoOpti il viaggio comincia da casa! Oltre a un’ampia disponibilità di punti di partenza e arrivo predefiniti, GoOpti offre ai passeggeri anche la possibilità di inserire indirizzi personalizzati. Prenotazioni facili e veloci tramite piattaforma online o applicazione mobile.


Info: www.goopti.com

Il ponte dell’Immacolata: uno studio di Holidu su disponibilità e prezzi

xIl ponte dell’Immacolata si sta avvicinando e come ben sappiamo è tempo di stare in famiglia e prepararsi al clima natalizio ma, prima di lasciarsi prendere dalla ricerca dei regali e dai pranzi abbondanti, godersi un ultimo weekend con la vostra dolce metà o con gli amici è d’obbligo. Il weekend lungo che si prospetta per l’8 dicembre è davvero invitante, e Holidu, il motore ricerca per case vacanze, ha deciso di ricercare quali sono le mete più amate per questo ponte, valutando disponibilità e prezzi delle case vacanze nelle diverse destinazioni.

Firenze si colloca al primo posto, superando Roma

• La disponibilità nelle località sciistiche è quasi del tutto esaurita

• Tra le località straniere, Amsterdam è la più amata

Leggi tutto: Il ponte dell’Immacolata: uno studio di Holidu su disponibilità e prezzi

Quanto pagano gli italiani per il Wi-Fi in volo

xUno scatto ad alta quota da postare in tempo reale sui social, un messaggio ai propri cari o la mail dell’ultimo secondo: nulla è impossibile se si è connessi, anche tra le nuvole. Per accontentare i passeggeri che in viaggio – sia per lavoro o per svago – non vogliono rinunciare a essere sempre online, le compagnie aeree stanno progressivamente dotando i propri velivoli del Wi-Fi. Ma quanto spendono gli italiani per navigare in rete in volo? Il motore di ricerca viaggi KAYAK.it ha indagato la disponibilità e i prezzi del Wi-Fi a bordo delle compagnie più popolari in Italia, evidenziando quali propongono il servizio gratuitamente, quali offrono i pacchetti più economici e che tipo di servizio viene messo a disposizione in business class. 

Norwegian: unica compagnia aerea europea con connessione Wi-Fi gratuita per tutti 

Nonostante molte compagnie aeree offrano pacchetti ad hoc per il Wi-Fi, alcune prevedono la navigazione ad alta quota in maniera completamente gratuita. Prima tra tutte Norwegian Air, l’unica tra le europee con collegamento disponibile sulla maggior parte dei voli in Europa e tra gli Stati Uniti e i Caraibi. Anche a bordo di SAS Scandivian si rimane connessi, il Wi-Fi è presente sulle tratte a lungo raggio e su dieci Boeing 737-800 che volano in Europa.

Leggi tutto: Quanto pagano gli italiani per il Wi-Fi in volo

Lusso accessibile: quanto hanno speso gli italiani per una camera

aNel 2016 i viaggiatori italiani hanno potuto scegliere tra molte soluzioni a prezzi abbordabili soprattutto alle due estremità della scala delle stelle. Per quanto riguarda la fascia alta, dei 4 e 5 stelle, ci sono state buone occasioni nelle principali destinazioni europee e asiatiche, dove il prezzo medio pagato* per notte è sceso sotto i 125€. Secondo l'Hotel Price IndexT (HPIT) condotto da Hotels.com, anche se molti viaggiatori italiani sono stati felici di pagare di più per soluzioni di lusso, soggiornando in alberghi 5 stelle, molti hanno trovato un significativo risparmio optando per dei 4 stelle maggiormente abbordabili. Nel caso più estremo, i viaggiatori italiani hanno risparmiato fino a 279 € a notte, privilegiando il buon rapporto qualità/prezzo degli alberghi 4 stelle rispetto ai 5 stelle.

Leggi tutto: Lusso accessibile: quanto hanno speso gli italiani per una camera

Leggi online le news sul web: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità! 

a

 

 s

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine