Vini toscani: reputazione online al top

0

Fotografati, raccontati, condivisi e recensiti: i vini toscani sono protagonisti del web e godono di un’eccellente reputazione online, pari al 95,5%. È quanto emerge dallo studio che Fondazione Sistema Toscana ha prodotto avvalendosi di Travel Appeal e che è stato presentato sabato 9 febbraio a Firenze in occasione dell’inaugurazione della Settimana delle Anteprime di Toscana 2019.

Fondazione Sistema Toscana, che opera nel campo della comunicazione digitale per conto della Regione, ha commissionato la ricerca a Travel Appeal, startup B2B www.visittuscany.comspecializzata in Data Science e Intelligenza Artificiale al servizio della Travel Industry. Dalla mappatura e analisi di oltre 41 mila contenuti, pubblicati nel corso del 2018 mentre gli utenti si trovavano nel territorio toscano, è emerso che la soddisfazione generale (sentiment) degli utenti è altissima, pari al 95,5% (calcolata sulla base dei contenuti digitali prodotti da oltre 6,5 mila utenti unici). Il Rosso di Montalcino vince la sfida dei vini preferiti con un sentiment del 97.1% mentre tra i 10 denominazioni più citate online il podio se lo aggiudica il Chianti Docg, (27% di citazioni), seguito dal Brunello di Montalcino Docg (13%) e il Bolgheri Doc (9%).

CRESCITA DELLE RECENSIONI – In generale, i contenuti online che trattano i vini toscani crescono ad un ritmo molto sostenuto: +57% nell’ultimo anno. Tassi di crescita interessanti per citazioni e quindi sulla diffusione delle denominazioni,, vengono registrati dalla Vernaccia di San Gimignano Docg (+1200%), dal Chianti Classico Docg (+471%) e dal IGT Toscano (+275%) e l’Orcia Doc (+241%). 

IL RACCONTO ATTRAVERSO LE IMMAGINI – È attraverso le immagini che si sviluppa il racconto e la condivisione online dei vini toscani: il 78% di post condivisi nei social media ha riguardato immagini corredate di un testo. Anche per questo Instagram veicola una grossa fetta di contenuti e conversazioni social sui vini toscani: il post che ha ottenuto più interazioni in assoluto nel 2018, precisamente il 13 Dicembre, con 6.451 Like e 33 commenti è proprio una immagine pubblicata su Instagram che immortala un Bolgheri Superiore Guado al Tasso del 1999.

PERIODICITÀ – Tra agosto e ottobre si concentrano i picchi massimi di post e recensioni sui vini toscani, coincidenti con il periodo di maggior attenzione al tema che culmina con la vendemmia. In particolare, gli ultimi due mesi del 2018 registrano rispettivamente un +109% e un +162% di crescita rispetto al 2017.

I SITI WEB – I primi 3 siti web che producono contenuti sui vini toscani sono redazioni specializzate nel settore: winenews.it, vinialsupermercato.it, corrieredelvino.it. In totale si contano 932 fonti uniche che trattano l’argomento, per 6.545 utenti unici di cui il 46% si è espresso in lingua inglese.

LE CITTÀ – Firenze, Montepulciano e San Gimignano sono le città in cima alla classifica tra quelle nelle quali si concentrano i contenuti online sui vini toscani. In ognuna delle città toscane, infine, emergono le denominazioni più legate al territorio di riferimento.

Info: www.visittuscany.com

Autore