Lucerna, piccolo gioiello medioevale

0

LucernaNel centro della Svizzera si trova una piccola ma famosa città medievale: Lucerna.
Il centro storico, dall’architettura medioevale ben conservata, si affaccia sul Lago di Lucerna o Lago dei Quattro Cantoni, dove dozzine di vaporetti fanno la spola fra le varie città del lago, sotto l’ombra dei monti Pilatus e Rigi, in mezzo ad un’atmosfera antica.

 

Lucerna - Wasserturm

In seguito alla caduta dell’impero romano d Occidente, la zona venne colonizzata da alemanni tedeschi e nel 750 d.C. venne fondato il monastero benedettino di San Leodgar, che costituirà il primo nucleo della città, che dal X secolo prenderà il nome di Luciaria. Grazie alla sua posizione, Lucerna divenne presto un importante centro di commerci sulla via del San Gottardo, subendo l’influenza degli Asburgo, interessati ai dazi derivanti dai traffici. Gli abitanti decisero quindi di ribellarsi alla dominazione austriaca entrando a far parte della Confederazione Svizzera nel 1332, e sconfiggendo gli Asburgo nella battaglia di Sempach del 1386. Da allora, pur tra mille vicende, Lucerna vide una costante espansione di abitanti e dei commerci, rimanendo un nucleo fortemente cattolico in un’area in cui saranno i protestanti a dominare. Attualmente, con la fusione del vicino paese di Littau, Lucerna ha circa 75.000 abitanti, di cui il 60% cattolici.

Lucerna - Kappelbrücke e WasserturmAppena giunti in città, non può sfuggire alla vista quello che è il suo simbolo: il Kapellbrücke, il Ponte della Cappella lungo 204 metri e risalente al 1365, che collega l’Alstadt (la città vecchia) con la riva destra del fiume Reuss. Il ponte è decorato da un centinaio di tavole ed al suo centro si erge la torre a base ottagonale detta Wasserturm, cioè la Torre dell’Acqua, risalente al XIII secolo, che fungeva da centro difensivo di Lucerna. Il Ponte è però purtroppo solo una fedele ricostruzione di quello originale, a causa di un incendio devastante nel 1993 causato, sembra, da una sigaretta accesa.

Attraversato il ponte si arriva nel piccolo ma ben conservato centro storico, ricco di case medioevali decorate ed affrescate. Proseguendo la visita, si arriva al Museggmauer, un bastione del XIV secolo lungo 870 metri, con otto torri di guardia che donano un effetto scenico assai suggestivo.

Lucerna - Leone MorenteQui vicino si trova un altro dei simboli di Lucerna, citato anche dallo scrittore Mark Twain (1835-1910) come “il pezzo più pietoso e commovente del mondo”: il leone morente. La scultura, scavata nella roccia da Bertel Thorvaldsen, commemora le guardie svizzere massacrate nel Palazzo delle Tuileries a Parigi nel 1792, durante la Rivoluzione Francese.
Altri pezzi forti nella visita della città sono il Museo dei Trasporti, di sapore tipicamente svizzero, la Collezione Rosengart che contiene opere di Paul Klee e Picasso, e la chiesa di San Leodgar, ricostruita in stile rinascimentale e barocco a seguito di un incendio avvenuto nel Cinquecento.

Se poi si vuole vivere un’esperienza adrenalinica, c’è la famosa cremagliera che d’estate porta in cima al Monte Pilatus a circa 2000 metri di altezza, dal quale ci si può buttare in parapendio, singolarmente od in coppia con un istruttore.

LucernaLucerna è inoltre una città ricca di eventi: d’estate si svolgono i concerti di Lucerna Festival e Blue Balls, oltre ad uno straordinario spettacolo pirotecnico sul lago durante il mese d’agosto. Durante l’inverno invece si svolge in città il Fasnacht, il carnevale più famoso della Svizzera, il cui via viene dato da un colpo di cannone e che dura cinque giorni. Gli abitanti girano per le strade in maschera e vestiti di abiti colorati, mentre il clou della festa è dato dalla Guugemusig, una banda con strumenti musicali tipici della Svizzera centrale, che percorre per ore le viuzze del centro storico della città elvetica. Uno spettacolo suggestivo per grandi e piccini.

Info: www.luzern.com

Autore