bto

Itinerario tra le bellezze delle Riserve Naturali UNESCO in Alto Molise

rEsattamente quarant’anni fa – era il 1977 – l’UNESCO individuava le prime due Riserve MaB - Man and Biosphere - italiane, l’una nel Lazio meridionale, Circeo, l’altra nell’Alto Molise, Collemeluccio-Montedimezzo. Senza nulla togliere al Circeo - ci mancherebbe - c’è da dire che la Foresta Demaniale del Circeo (Selva di Circe) su cui si appuntava l’attenzione dell’Agenzia ONU, aveva dalla sua un bel viatico, apparteneva a un Parco Nazionale Storico, quello del Circeo, appunto, istituito nel 1934. L’area molisana invece, pur priva di sostegni altrettanto blasonati, otteneva lo stesso prestigioso riconoscimento. E’ evidente che per essere accolta in un consesso di così grande rilievo internazionale doveva possedere doti preziose, preclare virtù, anche se poco note fuori dai suoi confini, recondite, ora come allora, agli occhi dei più. Le aveva. Le ha.

Leggi tutto: Itinerario tra le bellezze delle Riserve Naturali UNESCO in Alto Molise

Romania, paese ancora da scoprire tra arte e natura

rNon si può certo definire la Romania, paese che non gode di un’alta considerazione, come una primaria meta turistica. Quello che sappiamo in genere di lei si limita alle belle spiagge a poco prezzo sul Mar Nero, all’area naturalistica del delta del Danubio – una delle zone migliori in Europa per l’avvistamento di uccelli – e per la figura leggendaria del conte Dracula. Un po’ poco per farla mettere in cima alla lista dei desideri. In realtà questa nazione nel cuore dell’Europa dell’est, un po’ più piccola dell’Italia ma con un terzo degli abitanti (considerando anche quelli emigrati nel continente), ha parecchio di più da offrire ad un turista colto e curioso

Leggi tutto: Romania, paese ancora da scoprire tra arte e natura

Borghi e mercato cinese protagonisti alla Borsa delle Città d’Arte

a

All’interno del programma della XXIª edizione della Borsa del turismo delle cento città d’arte d’Italia, si sono tenuti alcuni appuntamenti seminariali di rilievo a Bologna. Il primo dedicato all’Anno dei Borghi inaugurato ufficialmente dal Ministro Dario Franceschini lo scorso febbraio; il secondo, dedicato alle potenzialità del mercato turistico cinese e alle regole per sviluppare un sistema di accoglienza adeguato, svoltosi a Palazzo Isolani. Il terzo appuntamento, dedicato alla situazione e alle prospettive delle professioni turistiche. Vogliamo riprendere la ricerca sulle 'città d'arte' dell'Emilia-Romagna con la sintesi curata da CST che fa il punto sui risultati positivi ottenuti lo scorso anno. Un incremento del +9,9% negli arrivi (pari a 256mila arrivi) e del +13,3% nelle presenze (pari a 664mila pernottamenti), 2,8 milioni di arrivi complessivi e oltre 5,6 milioni di presenze totali e un incremento sia della componente nazionale (+10,9 negli arrivi, +13,7 nelle presenze) che di quella estera (+8,4% negli arrivi, +12,8% nelle presenze).

Leggi tutto: Borghi e mercato cinese protagonisti alla Borsa delle Città d’Arte

La Mille Miglia 2017: la corsa più bella del mondo festeggia i 90 anni

aQuest’anno la Mille Miglia, la celebre corsa riservata alle auto storiche, festeggia i 90 anni dalla prima edizione. Era il 26 marzo 1927 quando le prime automobili di già note case automobilistiche – Officine Meccaniche, Lancia, Alfa Romeo e Isotta Fraschini -  partirono per compiere 1.600 chilometri su strade non asfaltate, affrontando nebbia e pioggia. Da allora, con diverse modalità, la corsa si è ripetuta, trasformandosi da competizione sportiva a rievocazione storica. Il suo fascino rimane immutato nel tempo, tanto da attrarre ogni anno molti più aspiranti concorrenti di quanti poi ne vengano ammessi: su 705 domande solo 440 equipaggi parteciperanno all’edizione del 2017. Saranno 82 le case produttrici rappresentate tra cui spiccano Bugatti, OM, Alfa Romeo, Lancia, Maserati, Ferrari, Aston Martin: un elenco di eccellenze motoristiche italiane e straniere ineguagliabile.

Leggi tutto: La Mille Miglia 2017: la corsa più bella del mondo festeggia i 90 anni

Australia, l’isola continente: metropoli e natura a confronto

aNon è sicuramente un caso se le metropoli australiane come Sydney, Melbourne, Adelaide e Perth occupino sempre le prime posizioni nelle graduatorie tra le grandi città del mondo per la qualità della vita, trattandosi di moderni centri urbani costruiti tutti negli ultimi due secoli senza soffocare mai la natura e tanto meno i suoi abitanti, a misura d’uomo come si usa dire in questi casi anche perché, in quest’angolo del pianeta, non mancano certo né la natura né i grandi spazi. A scarseggiare, piuttosto, sono proprio gli uomini, per cui quelli che ci sono possono ritagliarsi tutti gli spazi che vogliono.

Leggi tutto: Australia, l’isola continente: metropoli e natura a confronto

Pagina 8 di 34

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine