Itinerari Esteri

Andhra Pradesh e Karnataka: il fascino dell'India del Sud


xAndhra Pradesh
e Karnataka sono due vasti e popolosi stati confinanti dell’India centro-meridionale, affacciati rispettivamente sul golfo del Bengala il primo e sul Mare Arabico il secondo, uniti però al centro dal grande altopiano semidesertico del Deccan, comune a entrambi, rilievo che occupa gran parte del tratto inferiore della penisola indiana. Due territori spesso ingiustamente trascurati dal turismo di massa a favore delle più rinomate località settentrionali, ma che al visitatore colto e curioso possono riservare piacevoli sorprese, soprattutto dal punto di vista artistico e architettonico. Infatti se nel nord il periodo di massimo splendore dell’arte sacra induista termina nel XIII sec. con la conquista musulmana, portatrice tra le tante cose anche di diversi canoni estetici e costruttivi, nel sud la più tarda e meno incisiva presenza islamica consentirà la sopravvivenza della cultura dravidica originaria, permettendo di innalzare templi induisti fin quasi ai giorni nostri.

Leggi tutto: Andhra Pradesh e Karnataka: il fascino dell'India del Sud

Perù del Nord: le civiltà andine prima degli Inca

xQuando nel 1533 i conquistadores spagnoli di Pizarro, accecati dalla bramosia di ricchezze trovate nell’agonizzante impero inca di Atahualpa, il mitico El Dorado, conquistarono Cuzco e uccisero l’ultimo figlio del sole, non posero soltanto fine all’unico stato unitario precolombiano sviluppatosi nelle Americhe e a una delle sue più originali culture, appunto quelle degli Inca. Misero anche fine a una storia autoctona, o quanto meno ne cambiarono profondamente il corso, una storia iniziata ben 32 mila anni or sono, ancora in piena preistoria, e che fa del Perù l’epicentro dell’evoluzione culturale dell’uomo nel nuovo continente.  A prima vista non sembrerebbero esserci i presupposti. Il Perù, grande quattro volte l’Italia, infatti è una nazione del Sud America occidentale affacciata per ben 2.250 km sul Pacifico, con tre nette fasce geografiche-climatiche-ambientali:  una pescosa costa arida e desertica, la regione montuosa andina con cime alte fino ed oltre i 6.000 m, e infine l’umida e intricata foresta amazzonica interna, condivisa con Brasile e Bolivia. 

 

Leggi tutto: Perù del Nord: le civiltà andine prima degli Inca

Argentina del Sud: dalla Patagonia alla Terra del Fuoco

fGrande quasi dieci volte l’Italia, lunga ben 3.500 km e larga fino ad un massimo di 1.400, l’Argentina si presenta ovunque come un paese di vasti orizzonti e di ampi respiri, non a caso ottava al mondo per estensione, e anche la nazione naturalisticamente più ricca e più varia dell’America meridionale. Spazia infatti dalle montagne dei mille colori e dal cielo cobalto nel nord-ovest andino, dominato dalla possente mole dell’Aconcagua, massima vetta americana, alle imponenti cascate dell’Iguazu nel mare verde della vegetazione tropicale, dalle immense pianure dove pascolano milioni di bovini sorvegliati da taciturni gauchos a cavallo, i moderni cow-boys del sud, alla regione alpina dei grandi laghi, ai ghiacciai perenni della Patagonia, schiacciati tra le Ande e l’Atlantico, dominati dalle cime aguzze del Fitz Roy e del Cerro Torre, sogno proibito di ogni scalatore, ai giganti marini della penisola Valdès, fino alle foreste incendiate di rosso dalla luce metallica della fine del mondo nella Terra del Fuoco, estremo baluardo meridionale del continente e delle terre emerse, dove si incontrano le acque di due oceani, Atlantico e Pacifico.

Leggi tutto: Argentina del Sud: dalla Patagonia alla Terra del Fuoco

Guatemala e Honduras: sulle tracce dei Maya

ySpesso accomunati dal turismo in un unico viaggio, soprattutto se di provenienza europea, queste due nazioni confinanti dell’America centrale, grandi entrambe circa un terzo dell’Italia, pur avendo caratteristiche proprie presentano anche molteplici aspetti condivisi che li accomunano. A differenziarli sono il minor popolamento e la maggior povertà del secondo, nonché il fatto di essere affacciato sull’oceano Pacifico il primo e sul Caribe il secondo. Entrambi però si presentano montuosi, disseminati di imponenti vulcani, con un clima tropicale caratterizzato da forti piogge ed una florida vegetazione che si trasforma in boschi in altura, sede di sviluppo e di caduta della prospera civiltà maya, quindi colonia spagnole fino all’indipendenza nel 1821, a cui sono seguite instabilità politiche con regimi dittatoriali e colpi di stato. Altra importante comunione risiede nella popolazione, composta in stragrande maggioranza da indios, in netta prevalenza su latini e neri.  Visitando un caratteristico villaggio o un animato mercato si riscontrano sui visi delle persone gli stessi profili che si vedono nelle sculture maya, così come le coloratissime stoffe dei loro abiti sono le stesse di un tempo. In queste contrade la civiltà maya è stata distrutta dai famelici conquistadoresiberici, ma i maya come popolazione sopravvivono con tutto il loro bagaglio di tradizioni e di costumi ancestrali negli angoli più remoti dei due paesi.

Leggi tutto: Guatemala e Honduras: sulle tracce dei Maya

Uzbekistan, meraviglie islamiche sulla via della seta

sDici Uzbekistan e il pensiero corre subito a Buckara, Samarcanda e Khiva, che ne sono l’emblema turistico e culturale, oppure ad Alessandro Magno ed a Gengis Khan, a Tamerlano ed a Marco Polo, che ne rappresentano l’emblema storico, così come le lunghe carovane di cammelli battriani carichi di ogni merce, odorose di spezie in una babele di lingue e di caratteri somatici, che per due millenni hanno solcato queste contrade lungo la mitica Via della Seta, per portare prodotti ed idee dalla Cina al Mediterraneo. Questa nazione dell’Asia centrale, grande una volta e mezzo l’Italia schiacciata a nord dal Kazakistan ed a sud dal Turkmenistan ed Afganistan, nonché ad est da Kirghizistan e Tagikistan, ha sempre rappresentato infatti un corridoio obbligato di passaggio tra India da una parte, Russia, Persia e Penisola arabica dall’altro. E non soltanto per le merci: da qui ad esempio sono transitate anche, in una direzione o nell’altra, le religioni dallo zoroastrismo alla mistica sufi, dall’ebraismo al cristianesimo, dal buddhismo all’islam.

Leggi tutto: Uzbekistan, meraviglie islamiche sulla via della seta

Pagina 1 di 11

Leggi online il nuovo web, ricco di notizie: con un click sei nel mondo dell'Ospitalità!

a

 

 

ok

 

 

 

 

 

 

cs

 

c

 

 

Joomla templates by Joomlashine